La stimolazione luminosa, prodotta da Led e da Laser, agisce indifferentemente su ogni cellula del follicolo pilifero e quindi anche sui melanociti che riattivando il proprio metabolismo aumentano la produzione di melanina rendendo i capelli meno depigmentati e più “colorati”.

La fotobiomodulazione agisce anche sulla circolazione sanguigna migliorando la qualità dei capillari del plesso superficiale favorendo un maggior afflusso di sangue e quindi un maggior apporto di ossigeno e sostanze nutritive al follicolo pilifero, soprattutto grazie alla maggior produzione di VEGF (Vascular Endothelial Growth Factor).

La fotobiomodulazione favorisce anche la riduzione dell’ infiammazione e i processi di guarigione, grazie soprattutto alla compensazione dello stress cellulare e all’ attivazione di fattori di trascrizione che regolano la risposta genica antistress nei confronti dei radicali liberi prodotti durante la respirazione cellulare: tutto ciò consente un notevole miglioramento a livello delle cellule epidermiche con riduzione del rossore, dell’ infiammazione e del prurito;  inoltre è in grado di attivare un particolare gruppo di  cellule coinvolte nei processi infiammatori  come mastociti, macrofagi e neutrofili con conseguente aumento nella produzione di tutti quei fattori, mediatori e citochine, coinvolti nei processi di guarigione (PDGF, FGF 7-12,  IL- 1-2-6-10, MIP-2, ecc).

Grazie a queste caratteristiche la fotobiomodulazione viene ampiamente utilizzata in dermatologia nel trattamento delle problematiche cutanee, come rughe, cicatrici, macchie e danni provocati dai raggi UV, ma anche della psoriasi e della dermatite seborroica.

Infine essa non interagisce negativamente con i farmaci o con altre sostanze nutrienti applicate al cuoio capelluto come terapia anticaduta di supporto, ma anzi ne migliora nettamente l’ assorbimento e l’efficacia.

I laser a bassa potenza inoltre sono detti a luce fredda in quanto non vi è alcuna produzione di calore come accade invece per quelli ad alta potenza: pertanto la persona che si sottopone ad un trattamento di fotobiomodulazione non avverte calore né riscaldamento sulla parte del corpo interessata.

Prenota il check-up gratuito

 

Privacy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi