Con il termine “shampoo” si indica quell’ insieme di sostanze che vengono utilizzate da grandi e piccini per la detersione del cuoio capelluto e dei capelli.

In commercio esistono molteplici tipologie di shampoo e spesso diventa difficoltoso scegliere quello “giusto”. Quindi come fare??

Spesso e volentieri lo si sceglie in base al profumo o alla marca, o magari su consiglio di un’ amica o di un parente,  senza fare particolarmente attenzione all’ INCI (ingredienti) e alle caratteristiche del prodotto. Tuttavia quello che si sceglie potrebbe non essere adatto all’esigenze del proprio cuoio capelluto e dei propri capelli; ogni persona è  diversa dall’altra e un prodotto che va bene per l’una può essere inutile o addirittura deleterio per l’altra.

La funzione principale dello shampoo è quella detergente, in grado cioè di asportare lo sporco, sia quello prodotto dal cuoio capelluto (sebo, sudore, detriti cellulari, microrganismi, ecc) sia quello esterno che si deposita sulla cute e sulle lunghezze come polveri, smog, olii volatili, residui di gel e lacche, ecc.

Un buon detergente deve essere costitutito  da una soluzione acquosa di  tensioattivi non aggressivi in grado di inglobare lo sporco, emulsionarlo  e consentire poi  all’acqua di asportarlo facilmente attraverso la creazione di una schiuma leggera e delicata. Tensioattivi troppo aggressivi possono rigonfiare i capelli inducendone la rottura e provocare un’ eccessiva perdita di lipidi protettivi superficiali  con conseguente perdita di integrità delle pelle e irritazione: più un prodotto è schiumogeno, più tende a essere irritante.

Gli shampoo  contengono anche additivi: ne esistono di molti tipi, alcuni funzionali (stabilizzatori del ph, conservanti, brillantanti, districanti, ecc) altri con attività puramente cosmetica (madreperlanti, profumi, , ecc). Alcuni shampoo contengono additivi vegetali coloranti, come l’ hennè e la camomilla.

Altri contengono principi attivi funzionali specifici, come il piroctone olamina e lo zinco piritione, utili nel contrastare i microorganismi in eccesso sul cuoio capelluto o l’acido salicilico che ha attività cheratolitica nei confronti della forfora (per es. lo shampoo isopurificante li contiene tutti e tre).

Infine hanno grande importanza le sostanze naturali, naturalmente dove siano presenti non solo in tracce: olii essenziali di rosmarino, salvia, menta, limone presenti negli shampoo Isolinea hanno attività purificante e tonificante, mentre gli isoflavoni della soia, la caffeina e le proteine della seta hanno azione stimolante sul trofismo del capello.

Infine l’acqua Nitrogen, naturalmente ricca di minerali, completa l’efficacia degli shampoo Isolinea.

In conclusione, prima di scegliere uno shampoo qualsiasi, visto l’importanza che riveste, è pertanto fondamentale conoscere le caratteristiche del proprio cuoio capelluto  (grasso, disidratato, con desquamazione secca, mista o grassa, con arrossamento, prurito, ecc) e dei propri capelli (sottili, grossi, secchi, trattati,ecc.). Il check up consente di evidenziare  ogni aspetto di cute e capelli, tale da consentire la scelta del prodotto più adeguato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi